Web ufficiale del turismo di Formentera

Luoghi di interesse

Estany Pudent e Ses Salines

Il luogo del sale di Formentera

L’Estany Pudent è un lago di grandi dimensioni situato nella parte settentrionale dell’isola, tra le località di La Savina ed Es Pujols, in cui è però vietata la balneazione.

Si tratta di un luogo altamente consigliato per passeggiate a piedi o in bicicletta, sia per il suo valore paesaggistico che per l’avvistamento di numerose specie di uccelli.

L’Estany Pudent è l’area che concentra la maggiore biodiversità e offre le migliori possibilità per il birdwatching. Basta percorrere in auto la strada che da La Savina conduce al centro abitato di Es Pujols per osservare le prime specie tipiche di questa zona, come i fenicotteri, le cicogne e le volpoche, a testimonianza della ricchezza naturale di questo spazio.

Camminare lungo il sentiero di Es Brolls che costeggia l’Estany Pudent, ci consente di osservare da vicino le varie specie di trampolieri, anatidi e ardeidi che ogni anno tornano a visitare l’isola. Questo percorso si articola lungo gran parte della laguna e, come suggerisce il nome (il termine catalano broll significa sgorgare), presenta vari “getti” sotterranei di acqua dolce che rendono possibile la crescita di una vegetazione ideale per la nidificazione degli uccelli. L’Estany Pudent ospita una delle più importanti popolazioni di svassi dal collo nero (alcuni anni se ne contano migliaia) in Europa. Osservarli in una giornata tranquilla, con le acque del lago come uno specchio d’acqua, è uno spettacolo veramente sorprendente.

Nelle vicinanze si trova Ses Salines, luogo caratteristico per i toni rosa e violacei che presenta, soprattutto in estate. Per i formenterensi si tratta di un posto speciale, di gran rilievo nella storia recente dell’isola, legata all’estrazione del sale. Non si sa quando cominciarono ad essere sfruttare le saline di Formentera, probabilmente già erano in funzione durante l’antichità, ma per trovare i primi riferimenti è necessario risalire alla documentazione del XIII secolo. Nel 1873 furono acquistate dal politico e commerciante maiorchino Antoni Marroig e successivamente da Salinera Española SA, società che le ha sfruttate fino al 1984. Ses Salines rappresenta un sistema complesso che sfrutta la presenza di S’Estany Pudent per disporre di un vicino canale di acqua di mare e ottenere una maggiore concentrazione salina. Quest’acqua veniva poi pompata, attraverso vari meccanismi, per raggiungere il sistema di vasche dove il sale si cristallizzava per essere successivamente estratto. Unica industria dell’isola nel periodo precedente al boom turistico, nel 2004 sono state dichiarate beni di interesse culturale nella categoria “luogo storico”.

Eventi a Formentera