Pagina en fase beta 
Gastronomia


Che cosa fare

GASTRONOMIA TRADIZIONALE
La cucina tipica di Formentera è strettamente legata al tradizionale modo di vita, fortemente caratterizzato dal vincolo con il mare e l'aridocoltura. È condizionata quasi totalmente dai prodotti locali e dall'isolamento delle isole Pitiuse. Questa carenza di prodotti, combinata con la creatività e l'uso di prodotti di alta qualità (come il pesce), danno luogo a ricette tradizionali tra cui: l'insalata payesa (contadina)  (con pesce essiccato), Frit de polp (polpo fritto), Sofrit pagès (con carne e patate), Calamars a la bruta (frittura di calamari al nero) o il Bullit de Peix (stufato di pesce con patate). I dolci e i dessert più caratteristici sono il Flaó (crema di formaggio fresco con menta), les Orelletes (dolci di anice) e la Greixonera (budino di ensaimada).

PRODOTTI LOCALI 
Di seguito riportiamo brevemente i prodotti locali di alta qualità. 
In posizione principale, troviamo il Peix sec (pesce essiccato). A Formentera, i pescatori anticamente essiccavano il pesce per trarne vantaggio e mangiarlo tutto l'anno. Oggi, è già diventata un’attrazione gastronomica dell'isola e ha ottenuto l'approvazione "Arca del gusto", conferita dall’organizzazione internazionale di Slow food. È l'ingrediente principale dell’insalata payesa, e può essere degustato in molti ristoranti dell'isola. Ulteriori informazioni su www.peixsec.com. 
Un altro prodotto da notare è il sale liquido di Formentera, un sale naturale proveniente dal mare, senza alcun tipo di additivo di colore o sapore. L'alta qualità è dovuta principalmente alla potente filtrazione, ossigenazione e mineralizzazione che offre l'acqua di mare, e allo stesso tempo riceve anche l'effetto della Posidonia Oceanica della Riserva Marina. 
Il miele è un prodotto del luogo che deve la sua eccellente qualità alla flora montana e all'assenza di prodotti chimici. In base all’epoca viene fatto di rosmarino o di frigola (timo).
fichi secchi sono stati per lungo tempo uno dei prodotti di base nella  dispensa locale e oggi sono molto apprezzati per il loro sapore intenso, accentuato dall’anice e dall’alloro con cui sono aromatizzati nel processo di essiccazione. Accompagnati da formaggio e mandorle, ne viene fuori un eccellente dolce.
Il formaggio fresco di Formentera in generale è misto (capra e pecora) ed essendo prodotto per l’autoconsumo, segue le linee guida dell'elaborazione tradizionale. 
Il bescuit è il pane derivante dalla cottura prolungata, un fatto che lo rende consistente, simile al pan tostato, infatti, ha bisogno di essere idratato prima di essere consumato. Costituisce un degli ingredienti più particolari dell’insalata payesa.
Il liquore a base di erbe è venduto principalmente ad Ibiza, ma in molte case e ristoranti di Formentera si fa un liquore a base di erbe casereccio, approfittando delle numerose erbe aromatiche dell'isola. Il più caratteristico è quello realizzato con frigola (timo). 
Accedi al ricettario delle pietanze tradizionali e ad ulteriori informazioni nel  Catalogo della Gastronomia.

VINO FORMENTERESE E CANTINE
A Formentera è esistita da tempo immemorabile molta tradizione di viticoltura e ci sono quasi 80 ettari di vigneti. I vini dell'isola sono molto apprezzati perché il piede delle viti è principalmente franco, vale a dire, che non viene utilizzato il piede americano come in gran parte dell'Europa. Questo è perché la piaga della filossera, che distrusse i vigneti di piede europeo durante la seconda metà del XIX secolo, non ha colpito i vigneti di Formentera, in parte a causa dell’isolamento geografico. In molte case inoltre si produce il tradizionale «vi pagès», generalmente destinato all'autoconsumo. 
A Formentera esistono due cantine: Terramoll e Es Cap de Barbaria. Tutti i loro vini godono di qualità eccezionali grazie allo squisito operato dato alle vigne e alla cura meticolosa nell'intero processo di vinificazione. Entrambe le cantine organizzano visite guidate ed informative, ulteriori informazioni su www.terramoll.es e su www.capdebarbaria.com. 

GASTRONOMIA OGGI
Oltre alla cucina tradizionale, caratterizzata dalla natura marittima dell'isola, l'afflusso di turismo ha sviluppato negli ultimi anni un notevole settore ristorazione ed alberghiero. A Formentera troviamo un'offerta importante di ristoranti di grande diversità: dalla cucina d’autore ai piatti tradizionali, preparati al modo originale o interpretati da una prospettiva attuale, attraverso la cucina portata da altre parti del mondo, come il Giappone, l’Italia e l’Argentina. 
Nel 2014, il firmamento culinario delle Baleari ottenne una nuova stella Michelin, la prima per la ristorazione Pitiusa. Il ristorante Can Dani (strada statale di La Mola, 8,5 km), ha ottenuto tale riconoscimento per la sua cucina legata alle proprie radici che coccola il prodotto locale e di qualità. 

È possibile scaricare un elenco di ristoranti qui.

WEEKEND GASTRONOMICI
I Weekend Gastronomici si svolgono durante le prime due settimane di maggio e di ottobre. Durante i primi due weekend (da venerdì a domenica) i migliori ristoranti dell'isola offrono menù tipici al prezzo fisso di 20 euro. Si tratta di menù studiati appositamente per questa occasione, sono rivisitazioni della cucina tradizionale, proposte innovative ad un prezzo molto conveniente.
mostrar_en_view: